Vienna tra musica classica e storia

Il mio viaggio a Vienna è stato il frutto di un desiderio coltivato fin da bambina, fin da quando guardavo e riguardavo in televisione i film dedicati alla Principessa Sissi e desideravo visitarne il castello. L’immagine che della capitale austriaca mi ero formata era davvero romantica e quale miglior compagno per una visita in questa città del mio neo-marito? Abbiamo infatti deciso di scegliere Vienna come seconda tappa del nostro viaggio di nozze, dopo la romanticissima Parigi, e devo ammettere che la scelta non è stata affatto sbagliata.

La prima attrazione di cui desidero parlarvi è, ovviamente, il castello di Schönbrunn, situato nell’omonimo parco. All’interno di questo complesso è possibile visitare diversi luoghi davvero degni di nota. Primo fra tutti c’è, ovviamente l’interno del castello, in cui si possono visitare gli appartamenti imperiali, che hanno ospitato diverse generazioni di regnanti austriaci, tra cui ovviamente l’Imperatrice Sissi e suo marito Francesco Giuseppe. Tra mobili lussuosi, arazzi straordinari e decorazioni pregiate, si respira davvero un’aria piena di storia, e sembra di essere tornati indietro di qualche secolo. Il parco di Schönbrunn è altrettanto ricco di attrattive. Percorrendo un lunghissimo viale in salita, tra verdi alberi e fiori colorati, si arriva fino alla Gloriette, un edificio pensato e realizzato come belvedere, da cui si può ammirare una vista mozzafiato su tutto il parco. Da non perdere, per coloro che si recano a Schönbrunn, lo Strudel Show. Si tratta di un appuntamento, previsto diverse volte al giorno, in cui, all’interno dei “Forni di Corte”, si può assistere in diretta alla preparazione dello strudel ad opera di pasticceri esperti, con annessa degustazione finale: una cosa davvero insolita e divertente!

Non si può parlare di Vienna senza pensare a Mozart. La musica classica rappresenta un’altra delle associazioni immediate con la capitale Austriaca e in occasione del nostro viaggio abbiamo voluto dedicarle lo spazio che merita. Abbiamo infatti acquistato due biglietti per un concerto di musica classica presso la Golden Hall del Musikverein, il teatro da cui viene trasmesso ogni anno il concerto di Capodanno. La particolarità dell’orchestra che ci ha deliziati con la sua maestria era quella di essere completamente in costume: per alcune ore sembrava davvero di essere in pieno Settecento, quando l’estro musicale di Mozart si esibiva per i nobili dell’epoca. Per completare l’omaggio a questo grande compositore, ci siamo recati a visitare la Mozarthaus, l’unico edificio di Vienna ancora esistente in cui Mozart soggiornò per un periodo. Il museo è organizzato perfettamente e nelle diverse sale illustra con precisione le fasi della vita e della carriera di questo indiscusso genio della musica mondiale.

Prenota un hotel a Vienna alla tariffa più vantaggiosa.

Foto: Flickr.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.