Vacanze a Venezia

Ci troviamo oggi nella laguna più famosa dell’Europa, la bellissima Venezia. Immaginiamo di visitarla salendo su una gondola e attraversando il Canal Grande. La mattina però, se troviamo un bel sole e quindi un tempo favorevole, facciamo una sosta nel Lido di Venezia, una sottile striscia di sabbia dorata molto simile a dir il vero ad un deserto per la caratteristica delle dune. Vi troviamo diversi stabilimenti e una volta l’anno vi viene organizzata la celebre Mostra del Cinema.

Dopo aver preso un po’ di sole saliamo quindi su una gondola e inoltriamoci nella “strada d’acqua”, il Canal Grande, più grande che spartisce letteralmente in due Venezia. Lungo le sue rive si affacciano sui duecento palazzi, i più prestigiosi che si possano vedere.

In alternativa si possono utilizzare i ponti per spostarsi da una riva all’altra:
il Ponte di Rialto (uno dei più antichi risalente al 1181)
Il Ponte dell’Accademia
Ponte dei Sospiri (veniva attraversato dai detenuti che andavano alle prigioni, al centro osserviamo lo stemma del doge Marino Grimani)

Inoltrandoci nel canale la prima fermata che incontriamo è la Chiesa Santa Maria Della salute voluta dal doge Contarini per via di un voto fatto alla Vergine a causa dell’epidemia di pestilenza nel 1630. La Chiesta è imponente, maestosa, al suo interno ammiriamo varie opere d’arte fra cui: San Rocco e San Sebastiano, Davide e Golia e Caino e Abele di Tiziano, le Nozze di Cana del Tintoretto e Giona e Sansone di Palma il Giovane.

Successivamente incontriamo la Collezione Guggenheim ovvero un museo molto importante (aperto nel 1951) che ospita al suo interno la collezione personale d’arte del ventesimo secolo di Peggy Guggenheim e alcune mostre temporanee. Fra i pittori esposti troviamo: Picasso, De Chirico, Braque, Magritte.

Sul fronte opposto troviamo il Palazzo Ducale un esempio d’arte rinascimentale, risalente al IX secolo che in origine era un castello fortificato che fu rovinato da una serie d’incendi ragion per cui si decise ad un certo punto di ricostruirlo.

Subito affianco abbiamo Piazza San Marco anche questa fu colpita da un grosso incendio nel 976, non può naturalmente mancare la visita alla Basilica di San Marco risalente al 1807, sede del Patriarcato, nel cui interno ammiriamo: sopra l’altare con le spoglie del Santo, uno splendido ciborio del XIII secolo sostenuto da quattro colonne con capitelli del XII. Di fronte osserviamo il Campanile di San Marco alto 98,6 metri e dotata di cinque campane.

Procedendo incontriamo il Teatro La Fenice progettato da Giannantonio Selva e realizzato fra il 1790 ed il 1792. L’inaugurazione avvenne in occasione della festa di Sensa, il 16 maggio 1792, con l’opera “I giochi di Agrigento” del Paisiello. La maledizione del fuoco si abbattè anche su questo splendido edificio nel 1863 e poi nel 1996, il nuovo teatro è stato riaperto nel 2003.

Altri palazzi famosi:

Ca’d’Oro un esempio di architettura gotica risalente alla prima metà del 400. Fu in seguito donata dal barone Giorgio Franchetti allo stato, nel 1915, con all’interno le sue raccolte d’arte. Tra le opere: dipinti di Giovanni Bellini, Carpaccio, il “San Sebastiano” del Mantegna e ancora tele di Tiziano, Giorgione, Tintoretto ed altri artisti

Ca’ Pesaro capolavoro dell’architettura barocca, oggi sede della Galleria Internazionale d’Arte Moderna. Viene edificato nella seconda metà del XVII secolo, per volontà della nobile e ricchissima famiglia Pesaro. Raccoglie nel suo interno numerosi capolavori artistici.

Da vedere inoltre:
Il Museo Storico Navale che ospita imbarcazioni tipiche della laguna veneziana (come le gondole) ma anche attrezzature varie d’epoca e l’imbarcazione ufficiale del Doge a cui è dedicata un’intera sala.

Il Casinò, magari dopo una bella cenetta in un ristorantino tipico si può farvi una tappa per tentare la fortuna.

La Biblioteca Nazionale Marciana è l’ideale se siete degli appassionati lettori. Il suo patrimonio librario si compone di: 622.804 volumi a stampa, 2.887 incunaboli, 13.113 manoscritti, 24.069 cinquecentine. La prima donazione risale al maggio del 1468 fatta dal cardinale Giovanni Bessarione.

Murano e Burano, infine, due isole facilmente raggiungibili dove troverete l’arte del vetro e nell’altra una deliziosa atmosfera semplice e rilassante con produzioni tipiche locali.

Prenota un Hotel a Venezia alla tariffa più vantaggiosa.

1 Commento

  1. Villaggi Veneto 3 Agosto, 2011 Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.