Vacanze a Barcellona

Se non avete ancora deciso dove sarà la vostra prossima vacanza ma non avete in mente mete lontane con spiagge esotiche, qui vi si propone una destinazione europea che è sì una metropoli ma coniuga squisitamente il relax, la cultura ed il divertimento. E’ la classica tappa che attira tantissimi turisti, pur non essendo una capitale, che fa sempre tendenza, che affascina e che è aperta alle influenze straniere: è Barcellona.

Il nostro tour parte dalle spiagge per chi in viaggio sceglie il relax e la tintarella, o per chi semplicemente una bella mattina di sole vuole fare una passeggiata sentendo il profumo del mare.
C’è dunque una buona scelta:

Spiaggia della Barceloneta
Una delle più note anche per via dell’opera di Rebecca Horn posta proprio al centro. Raggiungerla è facilissimo: si percorra la Rambla (via principale) fino alla fine e si costeggi il porto oppure si prenda un mezzo pubblico della linea 4 e si scenda alla fermata “Barceloneta”.

Spiaggia di Sant Sebastià
Una bella spiaggia attrezzata con servizi e confort, centri d’informazione e pronto soccorso. Anche qui per giungervi si prenda la linea numero 4.

Spiaggia de la Nova Icària
Si trova nei pressi della città Olimpica perciò è una delle più frequentate, vi si trovano beach bar ma anche ristorantini e tante comodità.

Spiaggia del Bogatell
Una spiaggia molto ampia costeggiata da una pista ciclabile su cui si può anche fare del jogging, anche qui non mancano i ristoranti.

Spiaggia della Mar Bella
Questa è la spiaggia dei nudisti per chi ama prendere il sole integrale, vi si giunge sempre con la linea 4 ma è anche dotata di un ampio parcheggio.

Addentrandoci verso l’interno invece, la prima tappa quasi obbligatoria è La Sagrada Familia, un’opera architettonica che vi lascerà senza fiato. Questa basilica cristiana fu realizzata nel 1883 da Gaudì, si osservi la particolarità con cui è stata edificata: la pietra è stata lavorata come un nido di termite e sopra (su tutta la facciata) vi sono sculture che narrano la vita di Gesù. All’interno invece abbiamo una rappresentazione della Gerusalemme quale città di Dio abitata da Egli alla fine dei tempi.

La Cattedrale della Santa Croce e Sant’Eulalia 
Si trova all’interno del quartiere gotico (Barrio Gotico) fu ricostruita, a seguito della distruzione da parte dei musulmani, nel 1298 sotto la supervisione del vescovo Bernat Pelegrí e del re Jaime II. All’interno si ammiri il Crocifisso del Quattrocento, il coro di foggia rinascimentale scolpito da un allievo di Michelangelo e sotto il presbiterio la cripta che ospita le reliquie di Santa Eulalia. Infine il chiostro costruito durante i secoli XIV e XV, si ammiri la volta e al centro la fontana con le oche.

Il Museo Picasso
Aprì nel 1963 e si trova nel palazzo Aguilar, il pittore vi donò molte delle sue opere per un insieme di novecentoventi opere di stili diversi: pittura, incisione e ceramica.

Parco Güell
Una delle tappe più caratteristiche ed imperdibili è la città-giardino di Gaudì. La sua costruzione fu realizzata negli anni venti e finanziata da Eusebi Guell. Sfruttando l’andamento naturale del terreno l’artista vi realizzò delle opere in ceramica e mosaico: fontane a forma di animali, colonne a forma di alberi, stalattiti, un tempio classico greco e una sala con 100 colonne.

Ecco altre opere di Gaudì da non lasciarsi sfuggire:

I padiglioni della Finca Güell
Si noti la porta d’ingresso in ferro raffigurante un drago e le gesta di Ercole.

Casa Batlló
Fu realizzata su commissione della famiglia Batlló nel 1904. L’artista qui coniuga materiali di diversi generi con una predilezione per la ceramica. Si osservino il tetto (ha le sembianze di un drago) e la facciata ricoperti di mosaici e gli effetti cromatici aventi origine da questi.

Casa Milà
Nota anche come “La Pedrera” realizzata negli fra il 1906 e il 1912, è realizzata esternamente con muri scolpiti a mo di tenda, ornata di finestroni e balconi. Al suo interno, nella soffitta (270 archi di mattone) possiamo ammirare a tutt’oggi una mostra delle opere del pittore.

La serata si chiude in bellezza con un evento estivo imperdibile: Carpas. Nelle piazze più grandi vengono allestite delle tende dove si tengono dei party, se invece si preferisce il flamenco si può optare per il Teatre Poliorama. O possiamo semplicemente gustarci un piatto di paella o di samfaina (pomodoro, peperoncino e melanzane) o di pesce in uno dei tanti caratteristici ristorantini.
 
Prenota un Hotel a Barcellona alla tariffa più vantaggiosa.

2 Commenti

  1. scambio casa 27 Maggio, 2012 Reply
  2. BenessereViaggi 22 Settembre, 2011 Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.