Una settimana a Lampedusa

Partenza dall’aereporto di Catania un pò traumatica viste le dimensioni gnomiche dell’aereo. Ad attenderci allo scalo di Lampedusa un ragazzo dello staff dell’albergo che ci ha gentilmente accompagnato ed aiutato nel trasporto dei bagagli. La vacanza finalmente ha inizio! Premetto che l’Hotel Lido Azzurro (l’albergo in cui abbiamo alloggiato), considerata la posizione strategica (a 200 m. dalla Guiccia) e la cucina squisita, risulta essere a mio avviso l’albergo migliore dell’isola.
Vacanza all’insegna del relax e del riposo assoluto quella a Lampedusa. La giornata tipo era scandita dai seguenti momenti:
Ricca colazione al mattino, mare (di seguito farò l’elenco delle spiagge e calette visitate), pranzo leggero, e poi ancora mare, bagni e sole fino al tramonto.
La sera, dopo una bella cenetta a base di pesce in uno degli ottimi ristoranti dell’isola, facevamo spesso e volentieri una rilassante passeggiata ed un giretto al centro, percorrendo via Roma, la via principale, ricca di bazar e negozi dove era possibile acquistare magliette, collane ed oggestica di vario tipo, tra cui “la papalina” cappellino di cotone tipico dell’isola, ed un infinità di tartarughe di tutte le forme e le dimensioni.
La tartaruga è il simbolo che rappresenta l’isola, in cui periodicamnete in alcune spiagge questi simpatici animali, depongono le loro uova aiutati da un gruppo di volontari del WWF che si adoperano affinchè questa fase delicatissima avvenga nelle condizioni migliori.
La passeggiata culminava gustando un gelato squisito della gelateria più famosa dell’isola (bar “Mi scialaiu”) situata alla fine di via Roma.
Come accennato prima durante la settimana abbiamo visitato le spiagge più belle: l’isola dei conigli, una riserva naturale incontaminata con un mare cristallino; calacroce, piccola spiaggetta riparata in cui è consigliabile andare nelle giornate di forte vento; cala Pulcino, cala Tabaccara sulla costa meridionale dell’isola, cala Creta, Cala Pisana e cala Galera da raggiungere via mare; cala Madonna, famosa perchè viene effettuata la liberazione delle tartarughe marine.
Inutile dire che la settimana è volata. Solito spauracchio per il volo di ritorno (solito aereo micro)… e si torna al lavoro!

1 Commento

  1. Giuseppe 13 Agosto, 2009 Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.