Una giornata a Utrecht

La giornata passata ad Utrecht è stata la ciliegina sulla torta del mio fantastico viaggio in Olanda. Partita da Amsterdam, con un treno veloce ed alla modica cifra di circa 7 euro, in per lo più 30 minuti mi sono ritrovata in questa cittadina al dir poco deliziosa. Un Mix di storia e modernità, una città che emana freschezza e gioventù, dal momento che proprio in città si trova l’ateneo più importante del Paese e questo fa da catalizzatore per studenti e ricercatori non solo olandesi ma di tutta l’Europa. Di Utrecht ho potuto ammirare anche la sua anima nobile e ricca, quella costruita durante l’età dell’oro, quando l’Olanda era ancora un potentissima forza colonizzatrice, ad Utrecht si trovano infatti palazzi nobiliari, un importante cattedrale e un altissima torre dalla quale durante le giornate di sole è possibile anche scorgere Amsterdam, che dista 35 Km. La città è attraversata da due importanti canali che le donano un fascino per certi versi simile a quello di Venezia, anche se sono dell’idea che Venezia è unica per la sua bellezza!
Sono stata ad Utrecht una domenica di fine Agosto, il tempo era davvero gradevole, un caldo sole mi riscaldava il viso, dopo giorni uggiosi e ventosi passati ad Amsterdam. Scesa dal treno mi ritrovo in una città incredibile, per prima cosa mi imbatto in un gigantesco parcheggio di bici, e poi mi ritrovo ad attraversare un grande semaforo insieme a tantissime persone,mi sento per un attimo in una grande metropoli, traffico, palazzi ultramoderni, negozi, uffici… non ho ancora una cartina e mi lascio dunque guidare dal mio olfatto che viene piacevolmente stimolato, giro infatti l’angolo e noto con piacere che sono finita in un mercatino,una sorta di fiera di dolci e bontà locali, ogni bancarella brulica di gente, i rivenditori sono tutti gentili e sorridenti, la gola vince su tutti i sensi e mi fermo a comprare una caldissima cialda ricoperta di zucchero a velo, il mio viso si perde in una nuvola bianca e mi sporco tutta! Proseguo il cammino per la fiera finche con i miei amici non arriviamo in una grande via, qui la città cambia aspetto e mostra tutta la sua nobile storia, la sua anima romantica e artistica, vi è un grande canale tagliato qui e la da ponti, ristoranti e caffè ad ogni angolo, ed ancora gente, tantissimi turisti… tra i palazzi vediamo spiccare una torre decidiamo così di incamminarci per andarla a vedere, non dobbiamo faticare molto, facciamo quattro passi e ci ritroviamo davanti la cattedrale e l’altissima Torre, bellissime entrambi: solenni, gotiche, quasi misteriose. Davanti la cattedrale c’è un piccolo chiostro, decidiamo di entrare e consumare li il nostro pranzo a sacco, un esperienza bellissima… le statue dalle forme antropomorfe, gli archi e il silenzio suggestivo che merita questo posto…mentre fuori continua il tram tram di una cittadina piena di turisti e giovani studenti.
Di Utrecht mi rimarrà l’idea di un posto ideale in cui vivere per un po’, è li che vorrei andare per dedicarmi ai miei pensieri, ai miei studi… ordine, arte, cultura, ma anche modernità!
Concludo come ho iniziato… Utrecht è davvero la ciliegina sulla torta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.