Tour fai da te di due settimane in Giappone – parte 2

Tour fai da te di due settimane in Giappone - parte 2

Proseguiamo la nostra idea di tour fai da te in Giappone iniziata qui e arrivata nell’antica capitale, Kyoto. Tra le molte e bellissime alternative che offre questo Paese ne proponiamo solo alcune, che consideriamo imperdibili per un primo viaggio nell’arcipelago nipponico. Sta a chi viaggia, poi, decidere se apportare modifiche o (perché no?) allungare il soggiorno e includere altre tappe al tour.

Il Giappone della tradizione: visita di Kyoto e dintorni (6 notti)

Arrivando da Tokyo a bordo del treno proiettile shinkansen si viene accolti dalla bellissima stazione di Kyoto, un insieme di efficienza e design difficilmente paragonabile ad altre stazioni al mondo. Consigliamo di optare per una sistemazione vicina a questo punto nevralgico, utile per gli spostamenti in tutta la città e oltre. Approfittate dell’ottimo ufficio di informazioni turistiche (individuabile dal simbolo “?”) situato al secondo piano per fare scorta di cartine e brochure, e chiedete tutto quello che volete ai bravi addetti. Potete cenare in uno dei numerosi e ottimi ristoranti qui, oppure andare in albergo, lasciare i bagagli e farvi consigliare dalla reception. Kyoto vanta un’ottima cucina tradizionale, ma offre anche molte altre alternative adatte a tutti.

Il primo giorno a Kyoto alzatevi di buon’ora e cercate di trovarvi in stazione prima delle 8:30. Nel piazzale tra la stazione e la Torre di Kyoto si trova il terminal dei City Bus, gli autobus che percorrono l’intera città. Ogni autobus serve zone diverse, quindi per capire quale sia meglio usare consultate prima la cartina dei percorsi dei bus di Kyoto e portatevi al punto di attesa corrispondente. Il primo giorno consigliamo la visita di Higashiyama, con il magnifico tempio Kiyomizu (Kiyomizudera), il tempio Kodaiji con il suo incantevole giardino, per poi scendere a piedi attraverso le vie pedonali Ninenzaka e Sannenzaka verso il parco Maruyama. Sarete arrivati a Gion, il quartiere delle geisha di Kyoto: passate attraverso il santuario Yasaka (Yasaka Jinja) e poi addentratevi nel quartiere, dove con un pò di fortuna, soprattutto verso sera, potrete avvistare geiko e maiko (geisha e apprendiste) che si dirigono verso le case da tè. Cenate nella zona commerciale di Shijo, ottima anche per lo shopping.

Il secondo giorno potete approfondire la conoscenza di Kyoto e dei suoi luoghi da sogno iniziando il vostro percorso con il giardino zen più famoso del mondo, quello del tempio Ryoanji, per poi dirigervi verso il vicino e altrettanto celebre Kinkakuji (padiglione d’oro). Da qui spostatevi verso il centro per ammirare il castello Nijo e il santuario Heian. Al rientro in stazione ammirate la città dall’alto della torre di Kyoto, da cui potrete riconoscere molti dei luoghi visitati in questi due giorni.

Il terzo giorno consigliamo una gita fuori porta veramente speciale: la visita di Nara, capitale del Giappone prima di Kyoto e storico centro buddhista. Da Kyoto a Nara potete servirvi dei treni JR Rapid Express, in servizio ogni mezzora dopo le 9:30 del mattino. All’arrivo nella stazione di Nara approfittate del vicino ufficio di informazioni turistiche per prendere una mappa della città, su cui saranno segnalati i luoghi imperdibili, tra cui KofukujiTodaiji con il suo Grande Buddha, Nigatsudo e Kasuga Taisha, tutti raggiungibili a piedi in una piacevole passeggiata attraverso il parco abitato dai cervi di Nara, liberi di circolare ovunque. Di ritorno verso Kyoto, a metà pomeriggio, scendete dal treno alla stazione di Fushimi e visitate il santuario famoso per i suoi fitti portali rossi (immortalati nel film “Memorie di una geisha”), Fushimi Inari Taisha.

Il viaggio continua, alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.