Toscana alternativa: dove assaporare la regione in maniera anticonvenzionale

La Toscana è nota per i suoi paesaggi mozzafiato, per le città d’arte ed i borghi antichi, per il buon cibo e per il vino di alta qualità. Molti però sono gli aspetti del territorio che rimangono nascosti ed ignoti al turista poco curioso e senza spirito di iniziativa. In questa breve guida vi presentiamo alcune attività, alcune tradizioni ed alcuni luoghi della Toscana che pochi conoscono, per una vacanza “alternativa” al turismo di massa, che spesso fa perdere gli aspetti più peculiari e caratteristici dei luoghi visitati.

1) Prendere lezioni di cucina tradizionale Toscana e sperimentare la preparazione dei piatti tipici del luogo. Numerose sono le possibilità di prendere parte ad un Corso di cucina tipica Toscana: nella regione esistono, infatti, molte scuole di cucina che offrono lezioni di questo tipo, per tramandare antichi saperi e per permettere ai visitatori di conoscere la vera cucina toscana, quella che le persone della zona riconoscono come loro patrimonio gastronomico e culturale.
2) Visitare le cantine e i luoghi di produzione dei migliori vini Toscani. La regione vanta una lunga ed apprezzata tradizione di viticoltura e produzione di vino di alta qualità. Il vino è considerato parte integrante della vita e della cultura toscana. Il turista potrà imparare a conoscere meglio questa bevanda tanto amata in Italia, visitando i luoghi che hanno reso il vino Toscano tanto famoso nel mondo. Alcuni esempi sono il Brunello, il Chianti, il Bolgheri, il Morellino e l’Elba rosso.
3) Scoprire e visitare le coltivazioni di lavanda nella maremma Toscana. Non molti sanno che la regione è nota per le sue coltivazioni pregiate di lavanda, che oltre a fornire un prodotto di eccezionale valore, modificano il paesaggio rendendolo ancora più suggestivo nei mesi da Maggio a Giugno. La lavanda, nel suo periodo di fioritura, colora i pendii e le valli della maremma di un viola intenso e seducente, avvolgendo tutto con un aroma inebriante, da secoli impiegato per la deodorazione e per la distillazione di essenze. Altri impieghi più recenti della lavanda sono ricollegabili a pratiche terapeutiche come l’aromaterapia e le cure omeopatiche.

Il territorio è ricco oltre che di interessanti itinerari turistici anche di strutture turistiche che possono soddisfare le esigenze più disparate: hotel per famiglie, agriturismi o ville in toscana singolari e caratteristiche. Buone vacanze in Toscana, alla scoperta dei luoghi meno conosciuti ma altrettanto affascinanti della regione.

1 Commento

  1. carla 5 Luglio, 2012 Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.