Polinesia. Non solo per un viaggio di nozze

E’ il luogo tanto sognato dai neo sposi, ma chi ha detto che per andare in Polinesia si debba attendere il viaggio di nozze? Proprio qui è nato lo sport dalla tavola piatta, grazie ad onde davvero uniche. La Polinesia Francese è costituita da 118 isole. Bisogna armarsi di pazienza per questo lungo viaggio. Partendo dall’Italia, in circa 15 ore si raggiunge l’America e dopo uno scalo si prende la direzione per Papeete, la capitale della Polinesia che si raggiunge in circa 9 ore. Una volta arrivati dovete prendere un volo locale, che ha una durata variabile tra i 15 ed i 90 minuti, a seconda della meta da raggiungere.

Meta principale è sicuramente l’arcipelago di Thaiti, il gruppo di isole delle Società di cui fanno parte Bora Bora e Thaiti. Proprio quest’ultima è la più grande isola della Polinesia Francese e la più popolata. Papeete è la capitale, punto di ritrovo per tutti coloro che visitano la Polinesia Francese. Per gli amanti della natura allo stato puro, la destinazione migliore è l’arcipelago delle Tuamotu. Queste isole sono anche il luogo ideale per le immersioni e il diving per riscoprire la bellezza della natura.

Perla del Pacifico è invece Bora Bora, da scoprire con un’imbarcazione o una piroga. Luogo da non perdere è anche la spiaggia di Punta Matira, con sabbia bianca e un panorama davvero splendido. Le Isole Marchesi, chiamata anche la terra degli uomini, sono invece la patria del tatuaggio. E’ qui che ha avuto origine l’arte del tatuaggio, ancora molto diffuso e praticato tra i giovani. Questo luogo incontaminato, che attira tantissimi turisti da tutto il mondo, è stato anche il luogo scelto dal pittore Gauguin come seconda patria dove trascorrere gli anni più importanti della sua carriera. E’ possibile anche visitare un museo a lui dedicato.

Foto: Flickr.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.