Monterey, CA – Mare e storia

A circa 130 miglia a sud di San Francisco, in California, si trova la baia di Monterey con l’omonima cittadina. Per arrivarci il mio consiglio è quello di prendere la Highway 1: non è la più corta o veloce anzi, in alcuni tratti si presenta piuttosto stretta e tortuosa, ma i panorami che si incontrano ripagano del tutto. Monterey è una città ricca di storia, offre la possibilità agli amanti del mare di dedicarsi ad immersioni subacquee o al surf, godersi tranquillamente il sole in relax o darsi al golf o allo shopping, per non parlare di buone mangiate di pesce!

Un bel punto di osservazione, anche se diventato nel tempo eccessivamente turistico, è il Fisherman’s Wharf, un ex molo di pescatori da cui è possibile vedere i leoni marini, le foche e gli uccelli “prendere il sole”. Qui artisti si esibiscono per intrattenere i turisti ed è possibile passeggiare tra negozietti di souvenir di ogni genere e vari ristoranti che offrono menù soprattutto a base di pesce.

Fiore all’occhiello della città è senza ombra di dubbio il Monterey Bay Aquarium, uno stupendo acquario marino che risulta essere il secondo acquario più frequentato degli Stati Uniti. Particolarmente adatto ai bambini, la struttura organizza veri e propri percorsi didattici. Unico neo: l’ingresso ha un prezzo davvero esorbitante!

Se poi avete letto il romanzo di John Steinbeck “Cannery Row”, non potete non andare a visitare l’omonimo luogo, ovvero il vicolo Cannery, dove negli anni ’30 sorgevano tantissimi impianti per inscatolare le sardine, un pesce che per 200 anni ha sostenuto l’economia della zona e che in quel periodo costituiva l’attività principale di Monterey. Ad un certo punto le quantità di sardine diminuirono copiosamente, portando alla chiusura, uno dopo l’altro, dei vari stabilimenti. Ora, nonostamte sia rimasto l’aspetto dell’epoca piuttosto “rustico”, sono stati trasformati tutti in centri commerciali.

Segnalo inoltre due edifici da visitare: la Custom House, una dogana costruita dal governo messicano i primi del 1800 e che rappresenta il più antico edificio storico della California e la Pacific House, un ex albergo e saloon, ora museo che raccoglie preziose testimonianze sulla vita dei primi anni della California.

Nella vicinanze di Monterey, ci sono due punti di interesse che mi sento di consigliare. Assolutamente da non perdere è la nota 17-Mile Drive, una strada lunga appunto 17 miglia che costeggia buona parte della penisola di Monterey. Vi troverete a passare davanti a ville hollywoodiane che si affacciano sul mare e a fianco del prestigioso Pebble Beach Golf Links, uno dei campi da golf più famosi al mondo e da cui si ha una vista splendida sull’oceano. Una piccola ma doverosa nota: la strada in questione è privata, per cui per poterla attraversare, ci sarà una piccola “tassa” da pagare all’inizio del percorso.

Permettetemi poi una nota per i maschietti, amanti delle corse di automobilismo e motociclismo o appassionati di videogiochi che trattano lo stesso argomento. A circa 12 chilometri da Monterey, c’è il famosissimo circuito di Laguna Seca, costruito nel 1957. Visto che ci siete… una piccola deviazione si può fare, che dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.