Marocco… il mare d’inverno…

Un viaggio in Marocco si trasforma immediatamente in un’incredibile avventura tra storia e natura. Molte le mete possibili ma, d’inverno, conviene dirigersi sulle zone costiere meridionali, con un imprescindibile passaggio da Marrakech, la città dai mille colori, destinazione su cui per altro si trovano diverse offerte. Atterrati a Marrakech, vi immergerete immediatamente nei colori, negli odori e nei sapori di questa città esotica e commerciale. Sarà facile perdersi tra la miriade di vicoli e vicoletti della medina, in un’atmosfera surreale e d’echi passati.

La piazza Djemaa el Fna è il cuore della città, pullulante di danzatrici, incantatori di serpenti, ambulanti e turisti in un’atmosfera caotica e magica al tempo stesso. Dopo un doveroso shopping e l’acquisto di oggetti d’artigianato coloratissimi e unici in quanto a bellezza, fate una sosta, bevete un tè alla menta e cominciate a chiedervi e a decidere cosa mangiare in una delle tante bancarelle di ambulanti. Spezie di qualunque colore e profumo vi circonderanno, e tra chioschetti e bancarelle vi sarà solo l’imbarazzo della scelta. Pane marocchino da immergere nei saporitissimi intingoli delle Tajine, i contenitori in terracotta con coperchio dove si cuoce di tutto, carne, agnello, pesce o verdure. O ancora cous cous, kebab, involtini, spiedini, sarde marinate e un’infinita varietà di dolci. A conclusione, raggiungete uno dei riad di Marrakech, le tradizionali case marocchina trasformate in hotel, e lasciatevi coccolare da un profumato massaggio nell’hammam. E il giorno dopo via di nuovo alla scoperta di palazzi meravigliosi, moschee, antiche tombe e le numerose altre mete meravigliose che si concentrano nella città vecchia. Da vedere la splendida moschea Koutoubia e il Museo delle Arti Marocchine.

Lasciata la città da mille e una notte raggiungete Essaouira, meravigliosa e tranquilla località portuale con un clima ideale in qualsiasi stagione dell’anno. Meta ancora poco turistica, dotata di una lunghissima e magnifica spiaggia, è caratterizzata dalle fortificazioni della zona vecchia che le conferiscono un aspetto imponente, con la strepitosa commistione tra architettura europea (portoghese e francese) e berbera. La Skala du Port offre panorami meravigliosi: da un lato il porto sorvolato da migliaia di gabbiani e dall’altro le scogliere che conducono alla medina. Il centro storico è magnifico, con la città imperiale, la kasbah, il quartiere ebraico e musulmano. Non si può assolutamente saltare il mercato del pesce e fare una bella scorpacciata: dopo aver scelto tra un’infinità di pesce freschissimo, ve lo pesano e ve lo cucinano.

Lasciata a malincuore Essaouira, spingetevi fino ad Agadir e, lungo la strada, incapperete in una scena folle e incredibile: le capre si arrampicano sugli alberi di Argan per sfamarsi. Attenzione a fotografarle, spesso alcuni ambulanti chiedono “in cambio” dei soldi.
Se avete ancora tempo a disposizione muovetevi a sud e raggiungete Sidi Ifni e la magnifica Legzira Beach, la spiaggia rossa con meravigliosi archi di roccia che lasciano senza fiato.
Certo il bagno nell’Atlantico a dicembre non si può fare, ma lo spettacolo è incredibile.

Prenota un hotel in Marocco alla tariffa più vantaggiosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.