Latterie di ieri e di oggi

Latterie di ieri e di oggi

Tradizione ormai consolidata per piccoli negozi, latterie, salumerie, pastifici, pescherie, che accanto ai prodotti in vendita propongono ai clienti la degustazione degli stessi cucinati sul posto, come nelle latterie all’italiana di tanti anni fa. Le capofila di questa moda in crescita sono come sempre Milano e Roma, ma non mancano proposte allettanti anche a Firenze, Genova, Napoli…La novità della proposta non sta soltanto nei piatti casalinghi e talvolta a prezzi non del tutto contenuti, ma è l’esperienza gastronomica che conta, da prendere come un vero e proprio viaggio nella tradizione.

A Milano alla latteria La Cicala in via Bellotti (zona Monforte) il locale a una sola vetrina propone due soli tavoli accanto al bancone, che gli ospiti apparecchiano e sparecchiano da soli; si acquistano buoni prodotti del territorio e pane casereccio fatto con lievito madre. Pochi posti a sedere e si può anche mangiare: la proprietaria Anna ha la predilezione per la cucina vegetariana, ma non dimentica di servire anche gli arrosti. Piatti forti della casa le lasagne, le torte salate, le verdure ripiene, ma anche dolci semplici come budini e torte tradizionali, da assaporare di mattina o di pomeriggio sorseggiando un tè caldo. Sospende il servizio ristorazione a cena per il periodo natalizio il Pastificio Brambilla in via Melzo (Porta Venezia), ma è ancora aperto a pranzo, per coloro che amano la pasta fresca, anche ripiena e sughi rigorosamente bio. Questo storico laboratorio attivo in città dal 1969 organizza periodicamente anche corsi di cucina. Adiacente al Liceo Manzoni, a due passi da Sant’Ambrogio, il ristorante con laboratorio annesso Buongusto propone i suoi menù in un locale con non più di 30 coperti e ha aggiunto di recente anche i servizi di catering familiare e aziendale. Atmosfera delicata e riposante a tutte le ore al Biancolatte di via Turati, dove la colazione è ricca di torte e dolci fatti in casa, muffins, croissant freschissimi e biscotti.

Roma è da sempre un tripudio di piccoli alimentari, pizzerie, snack bar aperti a tutte le ore, ma per un’esperienza più insolita e intrigante dietro l’Ara Pacis si trova Gusto, alla cui attività di osteria e pizzeria primeggia la ‘formaggeria’, un “bar à fromage” con vetrina su strada, dove degustare una selezione di oltre 300 formaggi italiani ed esteri e togliersi ogni curiosità nello spazio libri e accessori. Gargani in via Lombardia mantiene intatta la tradizione degli ultimi cinquant’anni di importante punto gastronomico della zona vip di via Veneto, dove si possono assaggiare e acquistare caviale, tartufo bianco, salumi ricercati, ma anche tutti i tipi di caffè, liquori vini e grappe da tutto il mondo.

Pescheria insolita dalle reminiscenze newyorkesi a Genova, al ristorante Soho a 100 mt dall’acquario, dalle piastrelle bianche alle pareti e archetti in pietra sulla testa; divertente il servizio take away dal pacchetto elegante, con pescato sempre freschissimo e preparazioni di qualità. Il Soho ha sede anche a Milano e a Caserta, e a Napoli, nel cuore dei quartieri spagnoli c’è ancora posto per la gastronomia Timpani e Tempura, bottega culinaria dove prendere al volo una porzione di timballo e formaggi, salumi e pasta della tradizione campana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.