La Turchia, ponte tra Oriente e Occidente

La Turchia è un luogo che affascina gli amanti della storia, dell’arte, è ricco di mille sfaccettatute e il miglior modo per poter godere appieno di tutto questo, è un viaggio itinerante. Partiamo dalla spettacolare e magica Istambul, situata sul Corno d’Oro. Sono tantissimi i luoghi interessanti da visitare. La zona più frequentata è sicuramente la Città Vecchia, dove meritano una sosta la Basilica di Santa Sofia, fatta costruire dall’imperatore Giustiniano I, uno dei principali monumenti di Istanbul e, proprio di fronte, la Moschea Blu, una delle più importanti moschee della città, così chiamata per le sue meravigliose maioliche. A pochi passi, assolutamente da non perdere, una visita suggestiva nei sotterranei di Istambul alla Cisterna Basilica, una delle grandi opere realizzate da Giustiniano e la più grande cisterna sotterranea ancora conservata. Prima di partire per la tappa successiva, fatevi un giretto al Grande Bazar d’Istanbul, un mercato coperto che, con i suoi 4000 negozi, vanta il primato di essere uno dei più grandi ed antichi bazar del mondo.

Attraversiamo quindi il ponte sul Bosforo e raggiungiamo Pergamo, con la sua antica acropoli e dove è possibile visitare una delle sette chiese dell’Apocalisse. Da qui si raggiunge Efeso, antica capitale romana. Anche qui sono tante le cose da vedere. Sicuramente la biblioteca di Celso, uno dei monumenti più affascinanti del mondo; il Tempio di Artemide, una delle sette meraviglie del mondo antico; il Grande Teatro, che poteva contenere fino a 25.000 spettatori ed era uno dei più grandi del mondo antico…

Ripartiamo quindi per raggiungere la Cappadocia, con i suoi panorami mozzafiato. Qui merita una visita alla città sotterranea di Derinkuyu, una delle tante città sotterranee costruite come rifugio durante le invasioni, ma questa è tra le più complesse. Se volete acquistare i famosi tappeti kilim, la Cappadocia è il posto giusto, ma non partite senza aver prima fatto una bellissima escursione in mongolfiera. Si prende nella Red Valley e si sorvola sulle splendide vallate e i camini delle fate: un paesaggio a dir poco fiabesco. La Cappadocia, per via di queste incredibili architetture naturali, è stata inserita nel Patrimonio Unesco.

Terminiamo il nostro viaggio ad Ankara, la capitale. Una delle principali attrazioni è sicuramente il museo della civiltà anatolica dove, oltre all’alto contenuto culturale, si può godere di uno splendido panorama sulla città. Una caratteristica di Ankara è quella di avere tantissimi spazi verdi, davvero molto curati. Visto che siamo alla fine del nostro viaggio, se volete godervi un po’ di relax, poco fuori dalla città ci sono alcuni centri termali piuttosto rinomati per le proprietà benefiche delle loro acque. I principali sono: Kizilcahamama Kaplicasi, Ayas Kaplicasi, Dutlu Kaplica, Hayamana Kaplicasi.

Una cosa di cui non potrete fare a meno: in qualsiasi posto della Turchia, vi verrà offerta la loro bevanda preferita: il tè turco, caldo o freddo a seconda della stagione. Buonissimo e assolutamente dissetante.

Ma c’è anche un’altra Turchia, quella per gli amanti del mare e delle silenziose calette che si raggiungono solo con la barca. Per questo tipo di viaggio, occorre imbarcarsi sui caicchi, tipiche imbarcazioni locali interamente costruite in legno. E’ una esperienza indimenticabile, fidatevi, ma questa… è un’altra storia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.