La magica Praga

La magica Praga

Praga non c’è dubbio: è una città magica. Oltre ad essere accogliente, sicura e ben conservata, è anche ricca di storia e monumenti, avvenimenti culturali che incontrano i più svariati gusti e un’ottima gastronomia. Tre giorni sono sufficienti per poter visitare i principali luoghi d’interesse della città, ma per arrivare anche agli angoli più nascosti e inconsueti, una settimana ci vorrebbe tutta. Tengo a sottolineare che Praga è dotata di un ottimo sistema di trasporto pubblico, ma girare per la città è piuttosto semplice e quasi tutto è raggiungibile a piedi, cosa che consiglio altamente. Solo così potete infatti accorgervi dei tanti gioielli che la città “nasconde”.

Il cuore del centro storico di Praga è la Piazza della Città Vecchia, dove domina su tutto l’orologio astronomico del Municipio, una delle più grandi ricchezze della città, già da 600 anni, e meta di “pellegrinaggio” di tantissimi turisti.

Su tutta la città domina il maestoso Castello di Praga. Costruito verso la fine dell’800, è considerato il castello più grande del mondo e comprende palazzi, cortili, musei… Tra le mura del Castello troviamo anche la splendida Cattedrale di San Vito, una chiesa maestosa, sia vista dall’esterno che dall’interno, simbolo della religiosità ceca e una delle più grandi d’Europa. Per completare la visita, tappa d’obbligo è il passaggio lungo il Vicolo D’Oro, una piccola e pittoresca viuzza, fatta di casine coloratissime e davvero piccole, dove gli alchimisti, al servizio dell’imperatore Rodolfo II, cercavano l’elisir di lunga vita e la formula magica per trasformare i metalli in oro. Tra le tante, al n. 22, per un certo periodo, visse lo scrittore praghese Franz Kafka.

Altro capolavoro e luogo suggestivo, è il Ponte Carlo, che unisce il quartiere della città vecchia con Mala Strana, la parte piccola della città. Costruito verso la metà del XIV secolo, è lungo ben 515 metri e largo circa 10 e sui suoi lati, si trovano 30 statue di grandi dimensioni. Suggerisco vivamente di attraversarlo almeno una volta di notte, per godere della splendida vista del Castello illuminato.

Anche se i giorni sono pochi, non si può terminare la visita di Praga senza aver visitato lo Josefov, il ghetto ebraico, situato a pochi passi dalla piazza della Città Vecchia, in cui gli ebrei della città hanno vissuto dal 900 fino al 1708. Qui, in una specie di labirinto, troviamo case private, sinagoghe, negozi e laboratori. E poi il cimitero, forse lo spettacolo più emozionante di tutta Praga e uno dei cimiteri ebraici più celebri di tutta europa.

Se, come ho suggetito, puntate ad una visita a piedi, tenetevi pronti: queste lunghe passeggiate stimolano di gran lunga l’appetito. A voi la scelta: ristoranti, osterie e birrerie, soprattutto nel centro storico, non mancano proprio. Da provare, la carne di maiale arrosto accompagnata dall’immancabile crauti. Il dolce più diffuso, è invece la crepe, con le varianti alla marmellata, cioccolato o fragole. Come digestivo, buonissimi il Becherovka, un amaro alle erbe e il Slivovice, un liquore alle prugne. Se quello che cercate invece è la birra, qui andate sul sicuro: Praga è da sempre conosciuta come la capitale della birra e viene servita ovunque e a qualunque ora  del giorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.