Il fascino delle grotte. Quali le più belle d’Italia?

le grotte più belle d'Italia

Le grotte da sempre hanno un grande potere e fascino, sia sui grandi che sui più piccoli e noi, in Italia, ne abbiamo di davvero belle, con itinerari attrezzati e ben accessibili. Ecco qualche nominativo di quelle che sono considerate, anche dagli esperti, le “migliori cavità naturali” italiane e che potrebbero divenire meta di particolari week end all’insegna dell’avventura.

Partendo dalla provincia di Savona, a pochi chilometri dal mare, troviamo le Grotte di Toirano, con ben oltre 150 caverne naturali per un percorso di circa 1300 metri da percorrere tra spettacolari stalattiti e stalagmiti. All’interno c’è anche un laghetto, nelle cui acque è riuscito a sopravvivere e sfuggire all’estinzione, un particolare crostaceo preistorico.

Nel comune di Sgonico, nel triestino, è possibile visitare la Grotta Gigante, chiamata così proprio perché è la più grande grotta turistica del mondo e inserita addirittura anche nel Guinness dei Primati. E’ formata da un unico salone alto 107 metri e, salendo una scalinata formata da 360 gradini in pietra, si può ammirare la Grande Caverna anche dall’alto.

Scendendo verso la Toscana, troviamo la Grotta del Vento, situata all’interno del meraviglioso Parco delle Alpi Apuane. A seconda del tipo di itinerario che si sceglie, la visita può durare una o tre ore. All’interno stalattiti, stalagmiti, un piccolo corso d’acqua e un pozzo di 90 metri.

Poi come non nominare le conosciutissime Grotte di Frasassi, nelle Marche. Dei 13 chilometri di gallerie aperte dagli studiosi, solo 1,5 chilometri sono percorribili dai turisti. Una delle sue grotte più grandi, per quanto immensa, potrebbe contenere addirittura il Duomo di Milano. Molto bella poi la sala delle candeline, così chiamata per via delle piccole formazioni di calcare, e le particolari canne d’organo che, se percosse, suonano.

A Frosinone meritano una visita le Grotte di Pastena, all’interno della catena dei Monti Ausoni. Dieci sale con stalattiti, stalagmiti e poi ancora cascate e laghetti, di cui il più suggestivo è il Lago Blu con la sua “piccola” cascata di circa 10 metri.

Se volete visitare delle grotte scenografiche, allora quelle più indicate sono le Grotte di Stiffe, in provincia dell’Aquila. Lungo l’intero percorso, seppure breve (700 metri), il visitatore è accompagnato da un torrente sotterraneo che, lungo il tragitto, forma anche delle spettacolari rapide e cascate.

Passando nella vicina Campania, in provincia di Salerno, è consigliata una visita alle Grotte dell’Angelo, attraversate dal fiume Negro che prevedono, lungo il percorso, anche un tragitto a bordo di una piccola imbarcazione.

Bellissime poi le Grotte di Castellana, in provincia di Bari, considerate addirittura una delle attrazioni naturali più affascinanti e spettacolari del nostro paese. Il punto forse più scenografico è dato dalla grande voragine di 60 metri a cielo aperto, situata proprio all’ingresso, chiamata Caverna Bianca per il suo candore, considerata oltre tutto la cavità più splendente del mondo.

Sempre in Puglia, ma questa volta a Castro Marina in provincia di Lecce, troviamo la Grotta della Zinzulusa, il cui ingresso si apre direttamente sul mare. Qui si trova un mix di stalagmiti, stalattiti e acque marine calde che si alternano ad acque dolci fredde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.