Crociera sul Nilo: dove, come e quando

Crociera sul Nilo: dove, come e quando

Navigare sul Nilo, a pochi passi dalle splendide Piramidi d’Egitto, è un’esperienza indimenticabile, unica nel suo genere. Perché l’Egitto non è solo ed esclusivamente Sharm El Sheik ma soprattutto storia e cultura.

Per fare una crociare sul Nilo ci si può affidare in toto ad un’agenzia di prenotazione viaggi – che potrà o meno includere il servizio di volo dall’Italia – oppure si può scegliere di muoversi autonomamente. In quest’ultimo caso, tenete presente che le crociere sul Nilo per lo più partono da Luxor o Aswan. Possono durare da un minimo di 4 ad un massimo di 8 o 9 giorni (per un tragitto intero lungo tutto il Nilo). Avendo a disposizione qualche giorno in più, si può pensare di abbinare alla crociera sul Nilo un soggiorno sul Mar Rosso o un’escursione alle rovine dell’antico Egitto.

LA CROCIERA SUL NILO: LE TAPPE FONDAMENTALI

In linea di massima, le crociere dunque partono da Luxor, antica capitale del regno faraonico dell’antico Egitto e anticamente denominata Tebe. Qui è possibile visitare i templi di Karnak e di Luxor, il complesso templare di Karnak con il Grande Tempio di Amon, la valle dei Re e la valle delle Regine, che altro non è che un’enorme area interamente dedicata alla sepoltura dei Sovrani Egizi.
La navigazione prosegue verso Edfu – dove è possibile ammirare in tutto il suo splendore il tempio dedicato al dio Horus.
Un’altra tappa irrinunciabile è la città di Aswan, dove sorge l’imponente diga deputata alla regolazione del flusso del Nilo. In alternativa alla città di Luxor, tra l’altro, è possibile partire per la crociera sul Nilo proprio da qui, la città del lago Nasser. Tra le attrattive turistiche da non perdere vi segnaliamo il tempio di Philae, dedicato alla dea Iside, il giardino botanico e i villaggi nubiani lungo la riva del fiume.
Da qui, è possibile avventurarsi per una lunga escursione – il viaggio dura circa quattro ore – verso il sito archeologico di Abu Simbel, oppure rilassarsi un po’ con una gita sul fiume sulle imbarcazioni locali, dette feluche.

VERSO LA CAPITALE: IL CAIRO

Una volta terminato il tour sul Nilo, si fa rientro verso la capitale, Il Cairo, dove poter visitare le Piramidi e la Sfinge. Una tappa imperdibile è il Museo Egizio del Cairo, ma per godersi la visita al meglio è bene arrivare sul luogo la mattina presto per evitare la folla di visitatori.
Un altro dei luoghi preferiti dai turisti è la Città dei Morti, ovvero il Cimitero settentrionale della città che si sviluppa su entrambi i lati della Fortezza. Per venire in contatto con la popolazione locale, si può visitare il mercato di Khan el Khalili, nel cuore della città islamica, in una delle vie più antiche de Il Cairo.

Per quanto riguarda il clima, occorre tener presente che l’Egitto ha un clima caldo ma secco, con un basso tasso di umidità e un’alta escursione termica. Le escursioni nelle principali città iniziano al mattino presto e proseguono per tutto il giorno, per cui è indispensabile vestirsi a strati per potersi scoprire più facilmente durante il solleone delle ore centrali della giornata. Le scarpe comode sono consigliatissime, così come una buona crema solare per evitare scottature ed eritemi solari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.