Come organizzare un viaggio fai da te

Come organizzare un viaggio fai da te

A volte rinunciamo all’idea di partire per un viaggio perché il preventivo costi supera ampiamente quello che possiamo permetterci per la nostra vacanza. In alternativa optiamo per mete più economiche, ma non esattamente in linea con quanto avremmo voluto fare e vedere. Le agenzie offrono spesso ottimi prezzi per visitare luoghi popolari, sui quali possono garantire sempre un certo afflusso di viaggiatori, ma quando si vuole quel qualcosa in più, che sia un luogo meno battuto o un tour che copra più tappe, i prezzi iniziano inevitabilmente a lievitare. La domanda è: dobbiamo davvero rinunciare? La nostra risposta è no, basta sapersi organizzare. Che si tratti di un viaggio in Italia o all’estero, se lo prepariamo con cura da casa nostra e con i dovuti tempi possiamo anche rendere possibile l’impossibile!

Primo passo: ottimizzare i trasporti

Che la nostra meta sia vicina o lontana, la voce trasporti solitamente incide non poco sul conto totale, in misura della distanza da percorrere e dal numero di persone che ci accompagnano. Valutiamo con cura ogni possibilità, partendo da preventivi online: se la meta è relativamente vicina a noi possiamo calcolare tempo di percorrenza, costo di benzina e pedaggi su ViaMichelin, suddividendolo per il numero di viaggiatori e poi paragonandolo con le altre alternative: treno, autobus, aereo. Non dimentichiamo le nuove formule come car sharing e autobus a lunga percorrenza, o i voli low cost abbinati al noleggio di auto sul posto. Molti sono i siti che ci aiutano a trovare il volo più conveniente, il consiglio è di usarli per valutare le opzioni e poi acquistare direttamente dal sito della compagnia aerea prescelta.

Secondo passo: programmare l’itinerario

Se vorrete fare un tour, anche piccolo, non spaventatevi di fronte all’ignoto: le guide di viaggio vi aiuteranno nella scelta del giusto itinerario (compratene almeno una per il viaggio e leggete in biblioteca tutte quelle che trovate), e forum di viaggiatori esperti come quelli di Trip Advisor potranno dissipare ogni dubbio o guidarvi nella scelta di un itinerario ad hoc per voi, senza spese né interesse che non sia quello di farvi viaggiare sereni e appagati. Farete tutto voi, ma con gli aiuti che occorrono! Stendete così il vostro programma e utilizzatelo per procedere con il prossimo punto.

Terzo passo: scegliete le sistemazioni

Ogni viaggio è a sè, ma un’indicazione generale che può valere sempre la pena considerare è questa: lunghi soggiorni in uno stesso posto richiedono un minimo di comodità, continui spostamenti possono lasciare spazio ad alternanze di qualità e confort. In quest’ottica, la convenienza per lunghi soggiorni stanziali è normalmente offerta dagli appartamenti, mentre per tour movimentati si potrà scegliere tra alberghi, pensioni, b&B e ostelli, a seconda del budget. Per ricercare la sistemazione più adatta a voi affidatevi alla rete e lasciatevi guidare da foto, opinioni e descrizioni: più ne troverete, minori sorprese avrete. Non esitate a contattare le strutture per richiedere informazioni, sarà anche questo un metro di giudizio molto prezioso.

Regola d’oro valida sempre: partite per tempo

Non si organizza bene un viaggio senza la dovuta calma: la fretta fa tralasciare aspetti importanti, alternative migliori, offerte più convenienti. Generalmente i prezzi migliori si ottengono prenotando o acquistando viaggi con largo anticipo, il che dona anche maggiore serenità a chi li organizza. Con un’assicurazione di viaggio che preveda anche  l’annullamento sarete infine tranquilli su tutto e potrete finalmente partire, armati del vostro migliore spirito avventuriero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.