Bruxelles, una dolce sorpresa

Bruxelles, una dolce sorpresa

Così vicina e così poco considerata come meta, per una vacanza o un week end, Bruxelles è una città frenetica e dinamica ed è proprio impossibile annoiarsi. Arte, storia, musei, natura, politica… è una città davvero poliedrica, in grado di soddisfare i più svariati gusti. Punto di partenza nella visita della città e tappa d’obbligo, è l’immensa piazza principale della città, Grand Place, considerata, e non a torto, una delle più belle piazze del mondo, oltre ad essere patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 1998. Affacciati sulla piazza, è possibile vedere gli edifici più antichi della città e indubbiamente più affascinanti.

Un modo interessante di visitare Bruxelles e che mette in luce alcuni suoi particolari quartieri, è attraverso lo shopping, passando dal lusso agli antiquari, per arrivare alle bancarelle dei mercatini delle pulci. Il vero tempio della moda è rue Antoine Dansaert, davvero affascinante! A questa si affiancano poi Avenue Louise e Boulevard de Waterloo, altre due arterie dove lusso e alta moda sono di casa. Se quello che cercate è l’antiquariato, ma di qualità, i migiori antiquari li potrete trovare nel quartiere di Sablon, vi garantisco che non rimarrete delusi. Per chi invece preferisce sbizzarrirsi nella ricerca del particolare souvenir o spulciare tra le varie bancarelle, allora non c’è niente di meglio di un giro al mercatino delle pulci di Marolles, in Place du Jeu de Balle, la domenica mattina.

Anche gli appassionati d’arte troveranno a Bruxelles pane per i loro denti. Consigliata è la visita del Museo dedicato a Magritte, il pittore famoso per le sue pipe e bombette volanti. Il museo, situato a Place Royale, nel cuore di Bruxelles, contiene la più grande collezione al mondo delle sue opere. Passando invece ad un’altra forma di arte, sapevate che il Belgio è la patria europea del fumetto? Sono nati infatti in questa città i famosissimi personaggi dei Puffi, Tintin, Lucky Luke, giusto per citarne qualcuno. Al Centro Belga del fumetto, è possibile trovare le tavole originali dei fumetti e una raccolta di 25mila albi. La città stessa è un museo del fumetto: sui muri di alcune case, si possono trovare infatti diversi personaggi dipinti, dei veri e proprio murales giganti collegati tra loro da un preciso itinerario. Un museo a cui non si può proprio dire di no, è inoltre il Museo del cioccolato e cacao, situato nei pressi della Grand Place e dove è possibile ripercorrere la storia della fabbricazione del famoso e quotato cioccolato belga.

Non solo per i grandi, ma anche per i più giovani, da non perdere è poi la visita guidata del Parlamento Europeo: è gratuita e prevede anche dei percorsi interattivi piuttosto interessanti.

E poi c’è anche Atomium, un atomo di ferro ingrandito oltre 160 miliardi di volte. Doveva essere una costruzione temporanea, fatta nel 1958 in occasione dell’ Esposizione Universale. In realtà, non solo è ancora esistente, ma è diventato anche uno dei simboli di Bruxelles.

Se invece volete avere una visione della città più suggestiva o romantica, allora vi consiglio vivamente un tour a bordo di un battello… e la prospettiva, come per magia, vedrete che cambierà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.