Alla scoperta del Barocco di Lecce

Lecce, principale città del Salento ed uno dei capoluoghi di provincia della Puglia, rappresenta una città ricca di storia, ed è una tappa irrinunciabile per tutti gli appassionati di storia dell’arte. Caratterizzata da siti archeologici e monumenti risalenti a diversi secoli fa, Lecce è famosa soprattutto per le sue chiese e gli altri edifici costruiti in stile Barocco. Grazie alla particolare friabilità ed alla facilità di lavorazione della pietra della zona, l’epoca Barocca fu una fioritura continua di arte: le testimonianze che ancora oggi ci restano di tale periodo, hanno fatto guadagnare a questa città l’appellativo di “Firenze del Sud”.

Tra tutti i luoghi emblematici del Barocco Leccese, ci sono alcuni edifici che non possono essere trascurati in una visita nella città. Il primo è senza dubbio il Duomo, che si inserisce in un complesso architettonico più ampio, la Piazza del Duomo. Tale piazza è un esempio di ciò che anticamente veniva chiamata “piazza chiusa”: sono ancora visibili i segni delle porte, che di notte venivano chiuse ed isolavano la zona dal resto della città. L’edificio principale della piazza è, appunto, il Duomo stesso, ma ciò che i visitatori che imboccano la piazza vedono non è l’ingresso principale della Basilica, bensì una facciata laterale, finemente decorata. Questa stranezza è dovuta alla collocazione particolare della chiesa all’interno della piazza ed alla volontà di offrire comunque un’impatto visivo d’effetto a coloro che ammirano il Duomo anche da lontano. L’edificazione della Basilica si ebbe, per la prima volta, nel 1144, e lo stile originario era sobrio e semplice. La chiesa fu ristrutturata profondamente a metà del ‘600, ed assunse così la caratteristica architettura barocca che ancora oggi è visibile a tutti. A dominare la facciata laterale c’è la statua di Sant’Oronzo, protettore della città, accompagnata lateralmente da quelle di San Giusto e San Fortunato.

Altro gioiello del Barocco Leccese è la Basilica di Santa Croce, un vero e proprio simbolo dell’arte dell’epoca. La Basilica fu costruita tra il 1500 ed il 1600 e si trova nell’attuale centro storico cittadino. La facciata è caratterizzata dalla presenza di sei colonne, che suddividono lo spazio in parti proporzionali tra loro. Nella parte superiore vi è una balaustra, sorretta da statue di Cariatidi, in cui fanno bella mostra di se ben 13 Puttini, simbolo del potere della Chiesa. Sovrasta la balaustra uno splendido rosone, vero e proprio gioiello Barocco della costruzione, caratterizzato da decori circolari e a forma di foglie d’acanto, e incorniciato lateralmente da una statua di San Celestino e da una di San Benedetto. Completano la facciata, alle estremità esterne, due statue simboleggianti la Carità e la Fede.

Oltre alle due chiese menzionate, per avere un’idea completa dello splendido Barocco di Lecce è consigliabile visitare la chiesa di Sant’Irene, la chiesa di San Matteo e quella di Santa Chiara.

Prenota un hotel a Lecce alla tariffa più vantaggiosa.

Foto: Flickr.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.