Gran Canaria. Tra tradizione e modernità

Gran Canaria. Tra tradizione e modernità

Posta nel cuore dell’arcipelago, Gran Canaria è meta di turisti che giungono tutto l’anno attirati dalle spiagge assolate, sport acquatici ed eccitante vita notturna. Capoluogo raffinato ed elegante è Las Palmas, con bellissimi monumenti e un attivissimo centro commerciale. A ovest di Las Palmas si trovano 4 chilometri di spiaggia, ma andando oltre ci sono altre tre grandi località balneari. Playa del Inglés e Maspalomas hanno una lunga spiaggia di sabbia fine ideale per i patiti degli sport acquatici. Un po’ più a ovest si trova il terzo polo turistico: Puerto Rico, che ricorda un Sahara i miniatura.

Se volete fare un giro dell’isola, di 245 km, in giornata, dovrete mettervi in cammino molto presto. La prima meta da visitare è Telde, la seconda città dell’isola oggi divisa in tre distretti.

La città di Ingenio, di fondazione portoghese, possiede un lungo passato di superstizione e stregoneria portato da generazione di schiavi vissuti nella regione.

Ma lasciamo le città e godiamoci la vita di mare. Quasi 60 chilometri di spiagge si estendono lungo i 236 chilometri di costa. Qui si possono trovare spiagge per tutti i gusti.

Ci sono spiagge molto rinomate e frequentate, come la lunga lingua di sabbia di Maspalomas, che parte da Playa del Inglés e arriva fino al gran faro di Maspalomas, costeggiando un deserto di dune che bagna la costa sud dell’isola.

Anche nel sud si trovano tante spiagge, a partire da quelle tranquille, ideali per le famiglie, come San Agustín, la spiaggia di Amadores e la piccola spiaggia di Puerto de Mogán. Proprio nel sud dell’isola infatti si trovano piccole spiagge con un ottimo clima tutto l’anno.

Ma Gran Canaria è anche montagna. Non perdere l’opportunità di andare alla scoperta di Tejeda, il villaggio di Gran Canaria sospeso su un mare di nuvole. A nord-est di Tejeda sorge Artenara, uno dei villaggi più suggestivi di Gran Canaria. La maggior parte delle sue abitazioni trogloditiche sono ricavate nella roccia lavica e rappresenta l’insediamento più alto dell’isola.

Foto: Flickr.com

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *