Enoturismo, in Umbria lungo la strada dei vini

Enoturismo, in Umbria lungo la strada dei vini

L’Umbria è una delle più belle regione dell’Italia centrale situata nel cuore del nostro Paese. Perugia, Terni, Assisi, Orvieto, Spello, Norcia e Spoleto la rendono una meta appetibile per molti turisti. Queste città ricche di storia e di pace, sono la meta ideale, per chi vuole stare lontano dalla movida e preferisce aggirarsi tra le meraviglie del patrimonio artistico e culturale di paesi dove il tempo sembra essersi fermato tanti anni fa. Chiese, conventi, palazzi medievali, torri e antiche costruzioni impreziosiscono queste città e le donano un fascino a dir poco unico, permettendo a chi le visita di fare un tuffo nella storia e sentirsi come un antico romano, un etrusco o un signore feudale.

Il patrimonio storico non è, però, l’unico fiore all’occhiello di questa regione centralissima. Come tutti sanno, l’Umbria è, infatti, da sempre famosa in tutto il mondo anche per i suoi ottimi vini. Cosa c’è di meglio, per un estimatore di vini, che recarsi sul loro luogo di produzione e assaporali passeggiando tra sentieri suggestivi che evocano antiche memorie? In più, si può unire per così dire l’utile al dilettevole e alternare degustazioni di ottimi vini a lunghe passeggiate nel verde o tour tra i più importanti musei della zona.

Probabilmente, è questo quello che hanno pensato gli Assessori della Regione Umbria, quando hanno dato vita al progetto le “Strade del vino in Umbria” che ha portato alla costruzione della famosa Strada dei Vini Etrusco Romana. Quest’ultima è situata tra Orvieto ed Amelia, dove vengono prodotti i pregiatissimi vini D.O.C. locali: Rosso Orvietano, Lago di Corbara, Colli Amerini e i Vini Orvieto, oltre che le etichette Umbria, Allerona e Narni, che vengono definite a Indicazione Geografica Tipica. Passeggiando lungo la suggestiva Strada del Vino è possibile degustare questi ottimi vini all’interno di cantine dai tratti calorosi e accoglienti, sedendo ad un tavolo di legno, circondati da bottiglie e calici di ogni tipo.

Ma non è finita qui: per chi non si accontenta della semplice, ma caratteristica, degustazione in cantina, c’è qualcosa di più particolare ed esclusivo: il Palazzo del Gusto. Situato all’interno dell’ex convento di San Giovanni del quartiere Medioevale di Orvieto, il Palazzo del Gusto si configura come l’Enoteca regionale umbra dove è possibile degustare ed acquistare le bottiglie dei migliori vini locali. Oltre ad ammirare tantissime varietà di vini, chi si recherà in questo posto, potrà anche visitare il Circuito Cittaslow International, che è il punto di riferimento (regionale) per gli amanti dello slow food e dello stile di vita eco-sostenibile ed eco-compatibile.

Orvieto è una città davvero meravigliosa, i suoi vini sono ottimi, ma tutto questo non basta. Questa città ha ancora un altro pregio che, purtroppo a dire il vero non tutti conoscono: tante grotte e cunicoli che formano una straordinaria città sotterranea. Gli antichi abitanti di questo luogo, tantissimi anni fa, scavarono e diedero vita a circa 1.200 gallerie, grotte, pozzi, cisterne, frantoi medioevali, mangiatoie per animali e cunicoli per l’acqua; testimonianze di notevole importanza e valore culturale, alle quali, oggi, è possibile accedere attraverso dei percorsi guidati della durata di circa 45 minuti. Per prendervi parte, recatevi al punto informazioni presso Piazza Duomo (la visita guidata si chiama Orvieto Underground). Non ve ne pentirete! E se avete ancora del tempo libero scendete i gradini del Pozzo di San Patrizio, un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

photo credit: Flickr

2 Commenti

  1. splendido viaggio 9 maggio, 2016
  2. francesca meoni 21 aprile, 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *